Noi e Loro

A un certo punto della sua vita Io incontrò un altro Io. Per distinguerlo da se stesso lo chiamò Tu. I due, a furia di frequentarsi, presero l’abitudine di pensarsi come Noi. Poi si accorsero che anche altri Io e Tu avevano scelto questo nome, così, per non confondersi, gli diedero un nome diverso. Li chiamarono Loro. Tutto diventò più semplice. Al mondo rimasero solo i Noi e i Loro. Anche se erano stati tutti Io un tempo, quando divennero tanti, da un lato e dall’altro, sentirono il bisogno di rimarcare ancora di più la loro differenza. Così inventarono la guerra che, da che mondo è mondo, si combatte sempre tra Noi e Loro.

FOTOGRAFIA

La stirpe di Caino

Abele morì giovane e non lasciò eredi. Caino, invece, ebbe il tempo di procreare. Noi veniamo da quella discendenza perciò ci viene più facile pensare ai diritti dei criminali che a quelli delle vittime. La nostra giustizia si pone il problema della morte dignitosa di un pluriassassino piuttosto che quello della mancata vita di tante persone innocenti e del dolore lasciato in eredità ai loro familiari. Abele continua a morire e la stirpe di Caino se ne dimentica presto.

154015829-c64ddc4d-9243-487a-b5ed-444a8855b5a8

La posta in gioco

Occorre tener presente che l’attentato di ieri e quello di qualche settimana fa sul sul ponte di Westminster sono avvenuti a Londra, dove c’è un sindaco musulmano, Sadiq Khan, votato dalla maggioranza dei londinesi. Quindi è evidente che la contrapposizione che provoca queste sciagure non è generata dall’appartenenza a un credo oppure all’altro. Anzi, questo è lo scenario che vorrebbe creare la visione strategica che si nasconde dietro gli attentati. Cioè la radicalizzazione del conflitto per spingere gli inglesi a schierarsi da una parte o dall’altra in base alla religione. Così, quel piccolo gruppo di fanatici assassini diventerebbe di colpo un bacino di milioni di persone. Questo è l’errore che non dovremo mai commettere. Non siamo davanti a uno scontro di religione. Ciò che ci divide da loro non è la fede ma il diverso senso di civiltà, il modo di concepire il vivere insieme in un sistema laico e democratico. E’ questa la linea di demarcazione tra noi e loro. Non dimentichiamolo mai, soprattutto davanti all’orrore.

london-638x425